Privacy Policy
 
Torna al blog

NON STROPICCIATE LA SPOSA!

NON STROPICCIATE LA SPOSA, PLEASE!

C'è un solo momento, nel giorno del matrimonio, in cui ho una fortissima ansia e non posso agire come vorrei (e capirete perchè!!!).
È quando, finita la celebrazione, TUTTI gli invitati si accalcano intorno agli sposi per i saluti e le congratulazioni.
 !  !  !  !  !  !  !  !   !

Capisco la gioia di poter condividere un momento così bello, capisco l'euforia e tutte le buone intenzioni ma ...
FERMI CON QUELLE MANI!
Lo dico soprattutto a voi, care signore, che avete quella frenesia di accarezzare il viso della sposa ed abbracciarla senza tener conto del velo che indossa.
Stringete, tirate, strapazzate e non pensate che la sposa ha passato ORE per la prova trucco, ORE per prepararsi e, in un attimo ecco vanificato tutto!
Cercate di contenere questa fisicità eccessiva!
Sarebbe molto apprezzato, dalla sposa in primis, se riusciste ad esprimeste la vostra felicità a parole. Avrete tutto il tempo per spupazzarla, ma in questo frangente è bene che vi conteniate.
Baciate lo sposo quanto volete ma, VI PREGO, non stropicciate la sposa!
Ci sono ancora foto da fare, c'è un ricevimento al quale vorrebbe arrivare al massimo dello splendore ed è un peccato tanta bellezza venga intaccata.
Non immaginate quanto, in quei momenti, la sposa vorrebbe fuggire! 
Non perchè non abbia il piacere di condividere con voi la gioia immensa di quel giorno, bensì perchè ha a cuore mantenersi perfetta per il suo sposo e per tutti voi!
Dico questo perchè ho ascoltato tantissimi sfoghi... è davvero antipatico non poter dire nulla e soccombere a quesro tipo di atteggiamento per educazione.
E allora voglio fare la parte dell'antipatica e dar voce a tutte le spose del mondo e ricordarvi che la sposa non si stropiccia!!!!!




COME ORGANIZZARE I TAVOLI DEGLI INVITATI SENZA IMPAZZIRE

COME ORGANIZZARE I TAVOLI DEGLI INVITATI SENZA IMPAZZIRE

SAI CHE IL SUCCESSO DEL TUO MATRIMONIO DIPENDE ANCHE DALLA GIUSTA DISPOSIZIONE degli INVITATI A TAVOLA?

Se ciascuno di loro si troverà a proprio agio, seduto a tavola con le persone giuste, manterrà alto l'entusiasmo ed avrà voglia di continuare i festeggiamenti anche dopo pranzo/cena.

È importante creare la giusta combinazione

tutti dovranno poter pasteggiare tra piacevoli conversazioni, sorrisi ed allegria e tu non sentirai la responsabilità di girare continuamente tra i tavoli 

Potrai rilassarti e mangiare senza stress! Ti pare poco?!?

Voglio rassicurarti e dirti che la disposizione degli ospiti mette tutti in crisi! Non sei la prima e non sarai neanche l'ultima ad entrare in crisi per questo aspetto del matrimonio.

C'è sempre difficoltà nel trovare il posto giusto per certi invitati: parenti che non possono sedere vicini, altri che non vanno assolutamente separati, ospiti che non conoscono nessuno, amici che andrebbero nello stesso tavolo ma.. sono troppi.

E il sacerdote? Vicino a chi deve sedere?

Ecco cosa fare per gestire tutto al meglio:

1. provvedi ad impostare la disposizione dei tavoli il prima possibile. Se qualche invitato dovesse tardare con la conferma non temere di chiamare e chiedere se sarà prente o no. Hai necessità di avere un numero esatto per organizzare al meglio i tavoli.

2. sii consapevole del fatto che molte saranno le variazioni da apportare e le defezioni dell'ultimo momento: per questo motivo dovrai avere i tuoi "jolly" da usare in caso di emergenza (ci sono quelle persone che hanno buoni rapporti con tutti!)

3. non sottovalutare nulla: presta attenzione ad ex, amicizie crinate e dissidi di famiglia

4. abbi premura di posizionare parenti ed amici stretti in tavoli più prossimi al tuo

5. fai accomodare gli amici più socievoli e spigliati vicino a quelli più timidi o che non conoscono nessuno. Puoi anche raccomandarti con loro di avere un occhio di riguardo verso chi potrebbe trovarsi in imbarazzo a stare lì solo

6. non tener conto delle richieste che ti faranno amici e parenti. Ciascuno ha le sue preferenze ma se dovessi accontentarle tutte non ne verresti a capo. La tua intenzione sarà comunque garantire il meglio a ciascuno!

7. organizza un tavolo riservato ai bimbi, con baby sitter o animatrice da posizionare in un punto strategico o, ancor meglio, in una stanza a parte. I piccoli non riescono a rimanere a lungo a tavola, hanno bisogno di spazio per muoversi e giocare. Sistemarli accanto ai genitori equivarrebbe ad un grande stress per questi ultimi che non avranno certo voglia di rimanere a festeggiare dopo il taglio della torta! 

8. fatti aiutare dai tuoi genitori chiedendo loro di organizzare i tavoli dei loro amici e dei parenti. Saranno felici di sentirsi partecipi e tu avrai un pensiero in meno

9. potrebbe facilitarti dividere i tavoli per categoria: colleghi, amici d'infanzia, amici di coppia, cugini

10. EVITA i tavoli in cui far accomodare solo persone alle quali non hai trovato altra collocazione; sarebbe davvero imbarazzante, per loro, sentirsi ospiti di seconda categoria

Tenuto conto di questi punti dovrai scegliere se optare per il tavolo imperiale, il tavolo a ferro di cavallo o i tavoli separati.

OPZIONE TAVOLO D'ONORE (riservato esclusivamente agli sposi) In questo caso i genitori della sposa fanno da padroni di casa secondo l'ordine:

La MAMMA DELLA SPOSA a tavola con il papà dello sposo, il celebrante, i testimoni dello sposo e nonni della sposa

IL PAPÀ DELLA SPOSA a tavola con: la mamma dello sposo, i testimoni della sposa e i nonni dello sposo

Nel caso, ormai molto frequente, di genitori separati andranno fatti accomodare con le loro rispettive nuove famiglie. Gli sposi potranno optare per il tavolo d'onore con i testimoni.

OPZIONE TAVOLO D'ONORE CON TESTIMONI:

Gli sposi scelgono di stare a tavola con i testimoni

OPZIONE TAVOLO COMPLETO:

Gli sposi siedono con genitori, celebrante, nonni e testimoni.

OPZIONE TAVOLO IMPERIALE (ideale per i matrimoni più intimi)

* LA SPOSA: al centro del lato del tavolo

* LO SPOSO: alla sinistra della sposa

* a destra della sposa:

- il padre dello sposo

- un testimone (preferibilmente donna)

- il padre della sposa

A sinistra dello sposo:

- la madre della sposa

- un testimone (preferibilmente uomo),

- la madre dello sposo

- un altro testimone (preferibilmente uomo)

Nel caso in cui fosse invitato anche il celebrante la disposizione sarà la seguente:

- sposo

- madre della sposa

- celebrante

madre dello sposo

- testimone

OPZIONE TAVOLO A FERRO DI CAVALLO:

sposi ed ospiti principali siederanno nel lato più corto, nella stessa disposizione del il tavolo imperiale. A seguire darai prioirità alle persone a te più care, ricordando sempre che gli invitati vanno sistemati secondo l'alternanza uomo- donna.


*** vai alla home e lascia la tua mail.

Riceverai i file che ti aiuteranno ad organizzare i tavoli.
Se hai domande o dubbi, se hai bisogno del mio servizio non devi fare altro che contattarmi,
ti aspetto!

https://www.veronicacostanz
oweddingplanner.com/contatti-wedding-planner-pescara

LISTA NOZZE O DENARO? ECCO COME MUOVERTI PER NON FARE CATTIVA IMPRESSIONE

LISTA NOZZE O DENARO? ECCO COME MUOVERTI PER NON FARE CATTIVA IMPRESSIONE 

Una delle questioni più difficili da gestire è la lista nozze.
Ancor più imbarazzante è fare richiesta di denaro quando si vuole evitare di ricevere oggetti inutili.
Volendo rispettarr la regola del galateo, non andrebbe fatta alcun tipo di richiesta ai propri ospiti: equivarrebbe a dettare una condizione per poter partecipare alle nozze.
Negozi e agenzie di viaggio consigliano agli sposi, inesperti, di inserire nell'invito il loro biglietto da visita come indicazione per la lista, dimenticando ogni sorta di garbo nei confronti degli invitati.
Lo scopo principale di un invito di nozze è quello  di  comunicare alle persone care il piacere di averle ospiti a condividere la gioia del momento e la nascita di una nuova famiglia.
Inserire la richiesta del regalo contestualmente all'invito è un gesto da evitare assolutamente per evitare cadute di stile!
Preoccupati esclusivamente di comunicare la bella notizia: i destinatari ne saranno felici ed apprezzeranno la tua eleganza.
Stai pur certa che saranno loro stessi a preoccuparsi di chiedere indicazioni a te o ai tuoi genitori per il cadeau. Il loro sarà un gesto fatto liberamente e non imposto. 
Nel caso in cui non volessi seguire questo consiglio perchè temi che comunqie alcuni dei tuoi invitati optino per cornici d'argento,vasi od oggetti inutili, dovrai trovare la soluzione più elegante per comunicare le indicazioni del caso.
Per gli ospiti più giovani o tecnologici potresti creare un wedding site (oggi è semplicissimo farlo grazie alle molte App disponibili) in cui indicare tutte le informazioni sul matrimonio e una sezione dedicata alla lista nozze, in cui inserire i dati dell'ageniza di viaggi o del negozio scelto o, ancora, i dati bancari per versare una somma). 
Eviterai, in questo modo, di inserire nella busta quell' antipatico ed antiestetico bigliettino che sa molto di "se vieni mi aspetto il regalo".
Per le persone più adulte e meno pratiche di internet, potrebbe essere utile inserire sull'invito il numero di telefono di un referente (mamma, sorella o wp) che possa raccogliere le adesioni e dare le informazioni del caso.
Potrebbe sembrarti una sciocchezza, ma ti assicuro che queste sono le attenzioni che ti permetteranno di distinguerti!
I tuoi invitati sentiranno con piacere il tuo grande desiderio di averli presenti al tuo matrimonio, a prescindere dal cadeau.

Per qualsiasi domanda o se pensi che io sia la wedding planner adatta a te scrivimi!

Ti aspetto!
https://www.veronicacostanzoweddingplanner.com/contatti-wedding-p

CHI PAGA L'ABITO DELLE DAMIGELLE?

CHI PAGA L'ABITO DELLE DAMIGELLE? CHIARIAMO QUESTO PUNTO

Negli ultimi decenni è stata importata dal mondo anglosassone l'usanza di scegliere damigelle adulte ad aprire il corteo della sposa.
Sono le amiche più strette o le sorelle a ricoprire questo importantissimo ruolo: supporteranno la protagonista e spezzeranno la tensione e la grandissima emozione aprendo il corteo in Chiesa.

L' outfit delle damigelle deve essere particolarmente curato: tessuto e linee vengono scelti dalla sposa così che ci sia coerenza con lo stile del matrimonio stesso.

La domanda che però ci si pone sempre e che solleva imbarazzo è:
Chi paga l'abito delle damigelle?

L' entusiasmo del momento potrebbe far omettere di considerare questo particolare, ma per evitare gaffe ed imbarazzo è bene non sottovalutare questo aspetto e gestirlo secondo la regola del galateo.
È la sposa che sceglie di rivestire di questo importantissimo ruolo le amiche più strette
È la sposa che sceglie il loro outfit per averle nel massimo dello splendore ed in stile con il suo matrimonio 
È la sposa che sceglie di averle al suo fianco
Sarà la sposa ad affrontare le spese per il loro abito!
In fondo sarebbe anche assurdo pretendere che paghino qualcosa che non saranno loro a scegliere, non credi?
Sapendo questo, eviterai di mettere in difficoltà qualcuna delle tue prescelte e di creare imbarazzo ed eviterai tu stessa brutte figure chiarendo immediatamente la questione!
Un piccolo consiglio anche alle damigelle:
nel momento della scelta dell'abito o della prova in sartoria evitate di esprimere dissenso o malcontento.
Non criticate colore e modello, non mostratevi scontente ma siate complici di un momento di gioia. Accettate le scelte della sposa.
Lei stessa vorrà vedervi perfette, in tutta la vostra bellezza e certamente non vorrà farvi sfigurare!
In fondo si tratta del suo matrimonio ed è importante che sia soddisfatta di tutto.
Vi autorizzo ad intervenire solo qualora percepiste che vengono ignorate regole di bon ton (ad esempio sulla questione scollature, lunghezze, uso di cappello o accessori), aiutandola ad evitare errori.
Per tutto il resto siate complici, accontentatela nelle sue scelte e gioite insieme di questo meraviglios

o momento!