Privacy Policy
 
Torna al blog

CHI PAGA L'ABITO DELLE DAMIGELLE?

CHI PAGA L'ABITO DELLE DAMIGELLE? CHIARIAMO QUESTO PUNTO

Negli ultimi decenni è stata importata dal mondo anglosassone l'usanza di scegliere damigelle adulte ad aprire il corteo della sposa.
Sono le amiche più strette o le sorelle a ricoprire questo importantissimo ruolo: supporteranno la protagonista e spezzeranno la tensione e la grandissima emozione aprendo il corteo in Chiesa.

L' outfit delle damigelle deve essere particolarmente curato: tessuto e linee vengono scelti dalla sposa così che ci sia coerenza con lo stile del matrimonio stesso.

La domanda che però ci si pone sempre e che solleva imbarazzo è:
Chi paga l'abito delle damigelle?

L' entusiasmo del momento potrebbe far omettere di considerare questo particolare, ma per evitare gaffe ed imbarazzo è bene non sottovalutare questo aspetto e gestirlo secondo la regola del galateo.
È la sposa che sceglie di rivestire di questo importantissimo ruolo le amiche più strette
È la sposa che sceglie il loro outfit per averle nel massimo dello splendore ed in stile con il suo matrimonio 
È la sposa che sceglie di averle al suo fianco
Sarà la sposa ad affrontare le spese per il loro abito!
In fondo sarebbe anche assurdo pretendere che paghino qualcosa che non saranno loro a scegliere, non credi?
Sapendo questo, eviterai di mettere in difficoltà qualcuna delle tue prescelte e di creare imbarazzo ed eviterai tu stessa brutte figure chiarendo immediatamente la questione!
Un piccolo consiglio anche alle damigelle:
nel momento della scelta dell'abito o della prova in sartoria evitate di esprimere dissenso o malcontento.
Non criticate colore e modello, non mostratevi scontente ma siate complici di un momento di gioia. Accettate le scelte della sposa.
Lei stessa vorrà vedervi perfette, in tutta la vostra bellezza e certamente non vorrà farvi sfigurare!
In fondo si tratta del suo matrimonio ed è importante che sia soddisfatta di tutto.
Vi autorizzo ad intervenire solo qualora percepiste che vengono ignorate regole di bon ton (ad esempio sulla questione scollature, lunghezze, uso di cappello o accessori), aiutandola ad evitare errori.
Per tutto il resto siate complici, accontentatela nelle sue scelte e gioite insieme di questo meraviglios

o momento!